Riise Perrotta and Mr Heidenstrom

Simone Perrotta er med på “The Shirt”

I 2004 ble han hentet av Roma der han var en av de beste spillerne og ble kalt opp til VM 2006-troppen til Italia der han startet alle de syv kampene i turneringen. En ekte verdensmester er med oss (igjen)

så over til det kule:

Perrotta er en av få spillere som har prestert å fått rødt kort FØR han skulle bli byttet inn i en kamp. (Inter-Roma (Super Coppa)

Det står det på Wikipedia, men er et noen som vet hva som skjedde?????

Bjørn Heidenstrøm

 PS! Muligens det kan leses og tydes hvis du kan Italiano:

Gli esordi con la Reggina  [modifica]
Il 10 settembre 1995 esordisce in Chievo-Reggina in Serie B.

Nella stagione 1996-1997 disputa 26 gare e segna la sua prima rete da professionista in Ancona-Reggina.

Con il passare del tempo le sue quotazioni aumentano e viene anche premiato con la convocazione nell’Under-21 di Serie B, della quale a volte ha indossato la fascia di capitano.[senza fonte]

 Dal 1998 al 2001  [modifica]
Viene ingaggiato dalla Juventus nel 1998, ma è chiuso da giocatori del calibro di Conte, Davids, Deschamps, Tacchinardi e Zidane, quindi colleziona solo 5 presenze in campionato ma segna in Coppa Italia, esordisce in Champions League e vince la Coppa Intertoto nell’estate 1999, prima di passare in prestito al Bari rimanendovi fino al 2001. Nel 2000-2001 il giocatore viene acquistato in comproprietà, che si decide alle buste in favore dei baresi.

 Il miracolo Chievo  [modifica]
Nel Chievo Verona si afferma come uno dei migliori centrocampisti centrali italiani.[senza fonte] Al fianco di Eugenio Corini vive quello che è stato definito miracolo chievo, la squadra rappresentativa di un quartiere di Verona di 2500 abitanti all’esordio in Serie A riesce a lottare ai vertici della classifica: a metà del girone di andata della stagione 2001-2002 sono primi con 5 punti di vantaggio, degno di nota il match Inter-Chievo dove serve l’assist a Marazzina per il definitivo 1-2. Alla fine della stagione l’11 di Luigi Delneri termina il campionato al 5º posto qualificandosi per la Coppa UEFA.

L’anno successivo i clivensi escono al primo turno contro la Stella Rossa Belgrado, mentre in campionato si piazzano al 7º posto, perdendo due posizioni all’ultima giornata di campionato.

Iniziano i ridimensionamenti societari e cominciano ad essere venduti alcuni degli elementi più importanti come il compagno di reparto Corini (passato al Palermo) ed i giocatori importanti come Lupatelli, Legrottaglie e Luciano. Nonostante ciò i ragazzi di Delneri raggiugono il 9º posto.

 L’avventura in giallorosso  [modifica]
Nel 2004 viene acquistato dalla Roma per volere del neo-allenatore Cesare Prandelli,[senza fonte] ma è una stagione travagliata per la società poiché, a causa di problemi familiari, Prandelli lascia l’incarico a due settimane dall’inizio del campionato ed al suo posto arriva il tedesco Rudi Völler, che a sua volta rassegna le dimissioni il mese successivo: Perrotta ritrova quindi il suo ex allenatore Luigi Delneri, che cambia schema facendolo giocare come centrocampista di contenimento a sostegno di Totti, Cassano e Montella.

 Simone Perrotta alla cerimonia di assegnazione della Coppa Italia 2008Nella stagione 2005-2006 arriva Luciano Spalletti e, benché il suo ruolo naturale sia quello di centrocampista centrale,[senza fonte] è stato impiegato da trequartista, ruolo nel quale è autore di una stagione importante che gli è valsa la chiamata per i Mondiali 2006.

Il 17 maggio 2007 allo stadio Giuseppe Meazza di Milano, Simone realizza il gol del 2-1 contro l’Inter, dando la sicurezza della vittoria della Coppa Italia alla Roma. Il gol arriva a coronamento di un’altra stagione ai massimi livelli nella capitale, col considerevole bottino di 13 gol totali, suo record personale.

Il 19 agosto vince la Supercoppa italiana, sempre contro l’Inter a San Siro, ma non la gioca in quanto viene espulso dall’arbitro Rosetti per proteste verso il quarto uomo e il guardalinee prima ancora di entrare in campo. Il 19 settembre segna il suo primo gol della stagione contro la Dinamo Kiev, in Champions League. Il 24 maggio vince un’altra Coppa Italia nella finale unica allo Stadio Olimpico ancora contro l’Inter, segnando il gol del 2-0.

Il 29 ottobre 2009 prolunga il proprio contratto con la Roma fino al 30 giugno 2011 [1].

 Nazionale  [modifica]
Con l’Under-21 allenata da Marco Tardelli ha collezionato 6 presenze con un gol ed ha disputato l’Europeo U-21 del 2000 vinto 1-2 contro la Repubblica Ceca.

Il 20 novembre 2002 ha esordito in Nazionale nella partita amichevole Italia-Turchia (1-1). Con il c.t. Giovanni Trapattoni ha disputato gli Europei 2004.

Dopo un anno e mezzo, nel marzo del 2006 è ritornato in Nazionale. Il c.t. Marcello Lippi lo ha quindi convocato per il Mondiale 2006, vinto dall’Italia, dove nelle 7 partite disputate è stato titolare come esterno sinistro di centrocampo.

Il 21 novembre 2007 ha indossato per la prima volta la fascia di capitano, nel 2º tempo della partita Italia-Isole Fær Øer (3-1). Nella la gestione del c.t. Roberto Donadoni partecipa anche agli Europei 2008.

 (from wikipedia)